Una realizzazione dal sapore antico, una richiesta particolare di un cliente amante del legno al suo stato naturale.

CONTESTO e MATERIALE

 

Ci troviamo vicino a “Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno“. E come in uno scritto del Manzoni, immaginandosi catene ininterrotte di monti, qui, tutta quella natura, quei tronchi grezzi entrano nelle mura di uno studio privato e ne definiscono l’ambiente. Il materiale scelto è l’ulivo, una pianta che con l’età si arricchisce di nodi e difetti ed è caratterizzato da una finissima tessitura di striature più chiare che si intrecciano a striature decisamente più scure.

 

PROGETTO

 

L’arredo è composto da un’ampia scrivania attrezzata e un mobile di retro caratterizzato da una fascia di cassetti e ante e una colonna laterale con vani a giorno internamente illuminati. Il tranciato di ulivo utilizzato preserva la sua finitura naturale, le giunte sono state accuratamente tagliate a 45° rispettando la vena del legno per dargli una sua continuità su ogni lato.